Trasporti

L’economia globale si prevede che triplichi il suo attuale valore, generando circa il doppio della quantità di spostamenti oggi osservati sulle strade. Per la maggior parte delle città, la creazione di Sistemi di Trasporto Intelligenti sarà la chiave per risolvere i problemi della mobilità urbana. Le connessioni in remoto consentono di “utilizzare” gli oggetti per acquisire e trasmettere dati utili nell’accezione di Internet delle Cose (IoT), garantendo il raggiungimento di nuove frontiere. In accordo alle politiche adottate a livello europeo/mondiale per la promozione della mobilità sostenibile, in particolare nelle aree urbane,

Somos promuove una piattaforma basata sulle logiche della gamification e la tecnologia dell’intelligenza artificiale basata su un sistema innovativo che acquisisce e gestisce i dati di mobilità tramite smartphone. La piattaforma consente il monitoraggio e la gestione di molteplici aspetti della mobilità dell’utente alimentando con i dati ad un “city mobility brain” in grado di prevedere e suggerire delle logiche di gestione della mobilità.

Queste alcune delle funzionalità già attive:

1. Sostenibilità e sicurezza della guida

Grazie all’utilizzo dei sensori di cui sono dotati gli smartphone in commercio, è possibile valutare gli stili di guida e determinare il livello di aggressività e/o sicurezza degli utenti alla guida. Il sistema consente quindi di migliorare il proprio comportamento alla guida. L’app per smartphone attribuisce un valore oggettivo (punteggio) alla qualità di guida sulla base dei dati registrati tramite i sensori dello smartphone stesso. I guidatori registrandosi sulla pagina web del sistema possono monitorare i propri spostamenti ottenendo un’analisi puntuale della qualità di guida e una valutazione immediata delle performance tramite specifica interfaccia utente su web.

2. Risparmio di tempo: semafori

Somos ha sviluppato il sistema Smart traffic light, un sistema evoluto di gestione degli impianti semaforici attraverso i dati provenienti da Floating Car Data. Attraverso la lettura delle informazioni acquisite tramite specifica app per smartphone, si è visto che è possibile regolare in tempo reale le fasi di un generico ciclo semaforico. Questo sistema si propone di ridurre i tempi di attesa in coda ai semafori, i tempi totali di viaggio, la congestione delle reti stradali e l’inquinamento acustico e sonoro. Il sistema non crea disparità tra chi utilizza l’app e chi non la utilizza, ma permette di realizzare una regolazione del traffico ottimale di cui beneficiano tutti gli utenti della rete stradale. L’applicazione è in grado di gestire i semafori in modo adattivo attraverso la comunicazione della
posizione del veicolo al semaforo, i cui cicli vengono programmati in base alle code. Questo è possibile, sfruttando il sistema di localizzazione Gps, laddove il segnale risulta avere un’accuratezza sufficiente. In presenza di disturbi del segnale Gps creati da canyon urbani, vegetazione e altri fattori esogeni, è possibile sfruttare il segnale wi-fi per la localizzazione del veicolo. Un sistema così progettato, elimina gli elevati costi di infrastrutturazione e manutenzione dei semafori, legati alla tecnologia delle spire induttive. I dati di localizzazione vengono trasmessi oggi tramite la rete 4G e in un futuro non lontano tramite la più performante rete 5G.

3. Car Sharing premiato

Nell’ottica di incrementare il coefficiente di occupazione dei mezzi privati (su oltre 37 milioni di autovetture in circolazione sul territorio nazionale si osserva un coefficiente di riempimento medio del mezzo di 1,2), la piattaforma premia le forme di mobilità condivisa, garantendo bonus agli utenti che sostengono la condivisione, sia in qualità di driver sia in qualità di passeggeri (ad esempio riservando aree di parcheggio gratuito agli utenti del sistema che, condividendo gli spostamenti in autovettura, garantiscono un coefficiente di utilizzo del mezzo almeno pari a 3). Uno specifico modulo della piattaforma dedicato al car sharing, fruibile via smartphone, consentirà la condivisione dinamica degli spostamenti su mezzo privato sotto il presupposto della integrazione modale e della sostenibilità (l’interazione con gli altri moduli della piattaforma consentirebbe di pianificare ed effettuare spostamenti multimodali su itinerari non coperti da una sola modalità di trasporto).

4. Mobilità personale

La piattaforma di gamification, utilizzando come interfaccia utente lo smartphone, è in grado di tracciare gli spostamenti degli utenti non soltanto all’interno di ciascuna modalità di trasporto, ma nelle diverse modalità utilizzate dall’utente per effettuare il proprio spostamento. L’aspetto estremamente innovativo consiste nel fatto che il sistema consente di ricostruire anche gli spostamenti di accesso/egresso ai diversi sistemi di trasporto, e non soltanto gli spostamenti compiuti sul mezzo, con un conseguente beneficio da parte degli Enti locali, delle Pubbliche Amministrazioni, delle aziende di trasporto collettivo e degli imprenditori nell’ambito dei sistemi di parcheggio, i quali possono pianificare i servizi a supporto della mobilità, tenendo conto della reale domanda di trasporto passeggeri. Un sistema di questo tipo può anche essere un valido strumento per il supporto e la promozione della mobilità sostenibile, mediante una logica di premialità nei confronti dei cittadini che utilizzano il modo piedi o bici per effettuare i propri spostamenti all’interno delle aree urbane.

5. Rendere piacevole il percorso cittadino promuovendo il territorio

Nelle diverse modalità e finalità di utilizzo, la piattaforma, mediante dinamiche di Check-in & Win può consentire all’utente di accedere a contenuti multimediali di promozione turistica, commerciale e della mobilità sostenibile. Infatti, è possibile inviare agli utenti info e localizzazione di luoghi di interesse storico e culturale. Tutto ciò nella logica di promozione del territorio. E’ possibile, inviare all’utente anche informazioni di carattere commerciale, indicando strutture alberghiere, servizi di ristorazione, centri servizi nelle vicinanze della posizione dell’utente. Inoltre, è possibile, mediante una logica di premialità, promuovere, da parte degli Enti Locali e delle Pubbliche Amministrazioni, forme di mobilità sostenibile, quale il trasporto collettivo, ad esempio, facendo apparire alle fermate degli autobus dei coupon, che, se “catturati” virtualmente mediante lo smartphone dall’utente, consentono di accedere a sconti sull’acquisto dei titoli di viaggio.

6. Formazione: visione di contenuti e partecipazioni ad eventi

La piattaforma presentata può rappresentare un importante veicolo di informazioni anche di tipo formativo per l’utente. Infatti, visionando video promozionali e partecipando a seminari o convegni su tematiche particolarmente importanti, quale ad esempio la sicurezza stradale, l’utente può accedere a delle promozioni o degli sconti presso attività commerciali convenzionate o, in alternativa, sulla tariffa di sosta o sull’acquisto di titoli di viaggio dei sistemi di trasporto collettivo.

7. Creazioni di sfide

Come già descritto nella sezione “Sostenibilità e sicurezza della guida”, grazie alla piattaforma, è possibile creare delle sfide di guida sicura e sostenibile tra gli utenti, anche in occasione di raduni di auto d’epoca o da corsa, promossi da enti e club automobilistici.