Pubblica amministrazione

Lo studio “Best Government Emerging Technologies” individua di un totale di 27 tecnologie emergenti raggruppate in nove categorie, tra cui: Artificial Intelligence, Blockchain, Citizen Engagement & Analytics, Cloud and High Performance Computing, Nanotecnology, New Factoring, Robotics & Space, Smart Platforms e Virtual Word.

Utilizzando Artificial Intelligence sono stati individuati casi come quello dello Smart Operations Center del Dipartimento di Scienze e Tecnologie del Governo delle Filippine che, attraverso l’utilizzo di questo tipo di tecnologia, consente di prevenire e di gestire le catastrofi.

Un altro esempio significativo è il servizio promosso dal governo di Singapore, che consente ai cittadini di interagire con i servizi pubblici attraverso un chatbot, un robot dotato di capacità molto simili a quelle degli esseri umani e in grado di simulare una conversazione con una persona. 

Emerge anche l’iniziativa del governo dell’Estonia basata sulla tecnologia Blockchain a settori diversi, tra cui l’automatizzazione dello scambio di informazioni sanitarie, proteggendo l’identità e i dati personali del paziente contro gli attacchi informatici.

Il report mette in evidenza iniziative come quella svolta dal governo della Danimarca, che ha realizzato progetti pilota in diverse regioni per fornire assistenza completa e remota ai pazienti e sfruttando le informazioni personali attraverso dispositivi quali gli smart watch, per consigliare al paziente abitudini salutari personalizzate.

Anche nel campo della sanità, all’interno della categoria di New Factoring, si evidenzia un progetto pionieristico guidato dalla Clinica Mayo per stampare repliche 3D di organi e ossa al fine di preparare al meglio gli interventi chirurgici.

Il report raccoglie infine esperienze come il progetto pilota del governo di Singapore per favorire l’uso di veicoli a guida autonoma nei trasporti pubblici, incentivando l’economia collaborativa; e il progetto del governo del Ruanda per trasportare, attraverso i droni, riserve di sangue destinate a trasfusioni di pazienti situati in aree remote.